10 novembre, 2007

A volte le parole sono troppo ingombranti e riduttive allo stesso momento.

Madness #1



"Per me la fotografia consiste nel riconoscimento immediato, in una frazione di secondo, del significato di un evento e di una precisa organizzazione di forme che danno all'evento la sua migliore espressione.
Credo che, per il fatto di vivere, la scoperta di noi stessi avvenga contemporaneamente alla scoperta del mondo intorno a noi, che può modellarci, ma può essere anche da noi influenzato. Fra questi due mondi, quello che è dentro di noi e quello che ci circonda, bisogna stabilire un equilibrio. In conseguenza di un processo di costante interazione, i due mondi si fondono in uno solo. Ed è questo mondo che dobbiamo riuscire ad esprimere"

Henri Cartier Bresson

3 commenti:

polpetta ha detto...

troverò questo equilibrio? ho il cuore spaccato a metà...ci sarà un nuovo inizio non è così? o forse è solo un cunotto.
E' finito il mio gomitolo + bello, ma il filo mi ha ferito le mani.
Adesso devo solo togliere la fascetta a quello nuovo e cercare il capo...il nuovo inizio...e continuare.
Amica mia invece io vorrei scucire tutto il mio lavoro adesso...buttare via la mia coperta.

Mauri ha detto...

Forse la chiave per trovare un giusto equilibrio in tutte queste strambe giornate, è rendersi conto davvero di essere vissuto e vivente, modellati e plasmanti.. Che saremmo noi se tutto quello che ci succede intorno ci modellasse a suo piacimento, senza poter intervenire in alcun modo, senza poter alzare un dito, senza poter dire la propria...? Saremmo niente.. e questo è proprio quello che non deve succedere.. perchè ognuno di NOI è UNICO e SPECIALE, per come è fatto, per i suoi pregi, per i suoi difetti, per le sue gioie e i suoi dolori..

Un sottile filo, un sottilissimo filo.. è proprio su quello che dobbiamo imparare a camminare, tutti quanti, tutti i giorni, ogni giorno, giorno dopo giorno..

Speriamo che di tanto in tanto, questo filo sottile, si trasformi in una bella tavola stabile dove poter appoggiare con tranquillità tutte e due le piante dei piedi..!

;) Abbraccio, Mauri.

Kalispera ha detto...

"L'equilibrio"...
Si impara?
Si scopre cadendo?
Si cerca per una vita,
anche in una foto,
ma li, forse, è tutto più facile.
Click!
e s'è venuta male:
"delete",
poi click di nuovo...
Un abbraccio.
Verranno giorni sereni,
come il tuo Nome:
"NOME OMEN" dicevano i latini,
non può essere che così.
Kali